Colite

coliteLa colite (conosciuta anche come sindrome del colon irritabile) è un disturbo piuttosto diffuso che interessa circa il 15% della popolazione.
I sintomi classici con cui si manifesta sono dolore addominale associato a crampi, sensazione di gonfiore e peso accompagnata a stitichezza e/o diarrea.
Nella maggior parte dei casi questa è una forma non grave, ma estremamente fastidiosa.
Molte persone la subiscono passivamente perché credono che nei suoi confronti non si possa fare nulla, ma in realtà si può controllare attraverso l’osservazione di alcune norme e abitudini, oltre che adeguando la propria alimentazione, con un lavoro volto all’individuazione degli alimenti che causano la manifestazione.

Il lavoro da svolgere insieme al Nutrizionista si suddivide quindi in due fasi:

1. E’ importante seguire dei consigli generali che aiuteranno notevolmente nella riduzione dei sintomi; alcuni di essi sono

  • Masticare i cibi lentamente e accuratamente; questa accortezza favorisce il processo digestivo accorciandolo notevolmente, quindi riduce la sensazione di gonfiore dovuta a cattive fermentazioni intestinali
  • Evitare le abbuffate; la raccomandazione principale è quindi quella di consumare pasti moderati a pranzo e cena, e degli spuntini a metà mattina e pomeriggio. In questo modo si evita una digestione lenta e pesante, la quale è tra le principali cause di disturbo.
  • Consumare abbondantemente acqua naturale (almeno due litri di acqua al giorno). Evitare quindi le bevande gassate, che favoriscono gas nell’intestino. Bere preferibilmente lontano dai pasti (fino a mezz’ora prima, e a partire da un’ ora dopo).
  • Soprattutto se all’origine della colite vi è una forte componente emozionale (stress), la dieta dovrebbe essere povera di alcol, caffè e the; dovrebbero comunque essere tollerati prodotti deteinati o decaffeinati.

 
2. Osservando delle importanti regole generali, alcune delle quali sono riassunte sopra, la seconda parte del percorso sarà volta all’ individuazione degli alimenti mal tollerati e che causano i sintomi fastidiosi attraverso la compilazione di un diario alimentare apposito attraverso il quale sarà facilissimo evidenziare tutto ciò che ci ha sempre dato fastidio, ma di cui da soli non ci siamo mai accorti.

Seguendo questo metodo, generalmente in meno di 2 mesi dall’inizio del percorso si potrebbe raggiungere uno stato di benessere che prima era insperato; molte persone si dicono rinate, e i fastidi che li accompagnavano sono soltanto un lontano ricordo.

Se sei interessato a questo servizio chiedi ulteriori informazioni.

MODULO CONTATTI